lunedì 25 Ottobre 2021

Rifiuti a Latina e provincia, la Rida minaccia una nuova chiusura: dura presa di posizione della regione

Una nuova emergenza rifiuti a Latina e provincia L’emergenza era già scattata lo scorso mese di luglio, quando gli impianti della Rida di Aprilia erano rimasti chiusi per lavori all’impianto di compostaggio.

Un’emergenza, allora, affrontata in maniera singola da ogni comune che ricade nel bacino di utenza dell’azienda (sono 54 in tutto il Lazio compresi i più grandi della provincia di Latina, dal capoluogo, a Cisterna, Sabaudia, Pontinia, Sezze, Priverno e tanti altri).

Stavolta il motivo della chiusura sarebbe riconducibile ad una presa di posizione da parte dell’azienda (che, lo ricordiamo, tratta esclusivamente la parte indifferenziata dei rifiuti), che dovrebbe sospendere i lavori per almeno un paio di settimane in segno di protesta verso la regione Lazio.

L’obiettivo è richiamare l’attenzione sul fatto che non è ancora stato individuato il sito per una discarica a servizio della provincia di Latina. In questa occasione, però, dalla regione è arrivata una presa di posizione altrettanto dura e perentoria. L’assessorato all’Ambiente, infatti, in una nota rende ha fatto sapere all’azienda che questa volta non verrà tollerata la sospensione di un servizio pubblico, mancano i presupposti per farlo.

CORRELATI

spot_img
spot_img