domenica 23 Giugno 2024
spot_img

Regolamento Europeo sulla privacy, alla Facoltà di Economia il convegno di P&F

Si è tenuto oggi a Latina, alla Facoltà di Economia dell’Università La Sapienza, il seminario formativo “Regolamento Europeo sulla Privacy”. L’incontro è stato organizzato P&F Progettazione e Formazione, società specializzata nella privacy, insieme al Collegio dei Geometri di Latina, l’Ordine degli Ingegneri di Latina e l’Ordine degli Architetti di Latina. LatinaQuotidiano è media partner dell’iniziativa che ha raccolto una grande partecipazione.

Padrone di casa il professore Bernardino Quattrociocchi, direttore della Facoltà di Pubblico-convegno-privacyEconomia che così ha commentato l’appuntamento: “È una introduzione sulle questioni della privacy. Il 25 maggio infatti entra in vigore la normativa europea che prevede degli obblighi di legge molto più stringenti di prima, con anche sanzioni penali e pecuniarie importanti che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale o a 20 milioni di euro per le multinazionali. Questo ha fatto sì che negli ultimi giorni tutte le aziende, tutti i responsabili della privacy, abbiano iniziato a cercare di capire come adeguarsi alla nuova normativa. In questo senso i presidenti degli Ordini professionali e l’Università La Sapienza hanno chiesto a P&F Progettazione e Formazione di fare chiarezza sugli adempimenti e sulla normativa. Pertanto La Sapienza ha ospitato ben volentieri questo evento”.

“Il vero oro fino a ieri è stato il petrolio – aggiunge il prof. Bernardino Quattrociocchi -, nella digital economy e in futuro il vero oro saranno i dati e in tal senso sarà importante capire come trattarli ai fini di una crescita economica delle imprese e tutela della cittadinanza. Il caso Facebook e Cambridge Analytica dimostra che una multinazionale è in grado di influenzare grandi nazioni come è stato per le elezioni negli Stati Uniti d’America”.

Nel corso dell’incontro sono intervenuti per un saluto i presidente degli Ordini professionali di Latina, Sandro Mascitti per il Collegio dei Geometri, Giovanni Andrea Pol a rappresentare gli Ingegneri e Massimo Rosolini per l’Ordine degli Architetti. Nei loro interventi è emersa una visione critica della nuova normativa che sta per entrare in vigore. È una legge, dicono i professionisti, che prevede iter burocratici che possono gravare ulteriormente sul lavoro. Inoltre, ancora non è chiaro come adeguarsi e soprattutto quanto investire per l’adeguamento. I professionisti, ha spiegato Massimo Rosolini, hanno a che fare con preventivi dagli importi troppo variabili. Tutti gli ordini professionali hanno manifestato l’esigenza di formarsi prima di agire, e si sono detti preoccupati per l’impatto burocratico che la nuova normativa avrà.

Ad entrare nel merito della questione gli avvocati Paola Pezzali e Ciro Cafiero. Il legislatore europeo, hanno spiegato, è intervenuto a tutela dei dati dei cittadini. Nell’epoca dei big data, e visto la rilevanza economica dei colossi come Amazon, Ali Baba, Google, Facebook, il legislatore ha dovuto porre dei criteri per trattare i dati per non andare a ledere i diritti fondamentali del cittadino.

Miscioscia-Cafiero-Pezzaii“Ho ritenuto importante porre all’attenzione dei professionisti l’impatto della normativa”, ha spiegato Roberto Miscioscia, responsabile marketing di P&F. “Il regolamento europeo sulla privacy non va visto solo in termini di oneri ma anche come una possibilità di crescita – prosegue Roberto Miscioscia -. Il dato è diventato un valore economico. Ogni giorno nel mondo si scambiano 190 miliardi di mail in cui sono trattati infiniti dati. Allora se riusciamo a capire come utilizzare quei dati a livello economico, ponendo in essere tutti gli adeguati adempimenti per trattarli in modo riservato, secondo la normativa europea, potremmo far crescere il nostro business”.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img