sabato 24 Febbraio 2024
spot_img

Rapita e picchiata per un debito; diciottenne riesce a scappare dai suoi aguzzini

Nella notte del 31 luglio 2023, si è verificato un terribile episodio di violenza a danno di una giovane diciottenne nella zona di Latina. Il personale della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Latina è intervenuto presso il pronto soccorso dell’ospedale S.M. Goretti, dove la ragazza era stata portata da un’autoambulanza.

La vittima ha raccontato di essere stata aggredita da due giovani che l’hanno fatta salire in auto con l’inganno. Solo grazie a una ferma resistenza e una breve colluttazione è riuscita a fuggire e a nascondersi nelle campagne della zona. Sono stati i militari dell’Arma a raccogliere tutti gli elementi necessari per identificare i due aggressori responsabili dell’aggressione. L’indagine ha rivelato che la sera tra il 30 e il 31 luglio 2023, la giovane vittima si trovava con degli amici in una piazza di Pontinia, quando è stata avvicinata da due ragazzi che conosceva fin dall’infanzia. Con una scusa, è stata fatta salire a bordo di un’auto di colore scuro. Una volta a bordo, i due passeggeri l’hanno fatta scendere a pochi metri di distanza e l’hanno lasciata da sola sui sedili posteriori. Il conducente dell’auto si è allontanato rapidamente e si è diretto verso una zona isolata nella campagna, precisamente nella zona di Ceriara di Sezze. L’altro passeggero, un minorenne, ha preso il telefono della vittima e lo ha gettato fuori dall’auto in corsa.

Poi, ha minacciato la ragazza, dicendole che se non avesse pagato un debito di droga contratto con lui, avrebbe subito uno stupro. La giovane ha cercato disperatamente di fuggire dall’auto, ma le porte erano bloccate. Tuttavia, con coraggio, è riuscita a prendere le chiavi dal cruscotto e ha cercato di aprire le porte per scappare. I due aggressori sono risaliti in auto, uno dal lato del passeggero, cercando di recuperare le chiavi. In questa circostanza, hanno colpito ripetutamente la ragazza sul corpo, alla testa e alle gambe. La giovane è stata anche morso sul dorso delle mani dai due aggressori. In seguito, i due ragazzi hanno preso un coltello dal vano portaoggetti dell’auto, ripetendo minacce di violenza. Fortunatamente, un conducente di un’altra auto ha notato l’aggressione e ha fatto retromarcia per intervenire. La giovane, approfittando della distrazione dei suoi aguzzini, è riuscita a fuggire nei campi circostanti, portando con sé la chiave meccanica dell’auto e dirigendosi verso Sezze alla ricerca di aiuto. L’indagine è in corso, e le autorità stanno cercando di identificare e catturare i responsabili di questa brutale aggressione e tentato stupro

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img