martedì 16 Aprile 2024
spot_img

Rapina a mano armata a Itri: colpo in un negozio di telefonia. Il rapinatore è un minorenne

Nella serata del 12 febbraio, il centro di Itri è stato teatro di una violenta rapina, culminata in un arresto rapido grazie all’intervento tempestivo delle forze dell’ordine.

La Rapina Aggressiva

Alle 19:00, un malvivente mascherato e armato ha minacciato la titolare del negozio, puntandole una pistola in faccia e costringendola a guardare mentre sfondava una vetrina espositiva con violenza. Nel tentativo di asportare alcuni telefoni cellulari, il rapinatore ha provocato una ferita profonda, sanguinante.

Fuga e Traccia di Sangue

Nonostante il malvivente cercasse di disfarsi degli indumenti sporchi di sangue lungo la via di fuga, le tracce biologiche sono state prontamente rinvenute e sequestrate dagli investigatori. Il percorso del rapinatore è stato delineato attraverso le tracce di sangue e l’analisi del materiale biologico caduto accidentalmente durante la fuga.

Ricostruzione Rapida delle Indagini

Il Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Formia ha effettuato i rilievi sul luogo e raccolto prove fondamentali. La città di Itri è stata rapidamente presidiata da numerose pattuglie di Carabinieri, che hanno intensificato i controlli in cerca del malvivente.

Costituzione Spontanea e Arresto

La presenza delle forze dell’ordine ha indotto una chiamata da parte di un avvocato, annunciando la volontà di costituirsi per la rapina. Poco dopo, un diciassettenne, con il supporto del suo difensore, si è presentato presso la Stazione di Itri, consegnando la refurtiva e l’arma giocattolo utilizzata nella rapina.

L’Arresto e le Conseguenze Legali

Il giovane è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Roma. Le indagini proseguiranno per accertare eventuali complici e circostanze che hanno portato a questo atto criminale.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img