lunedì 20 Maggio 2024
spot_img

Raid notturno a Latina: vandalizzata centrale elettrica. Rubati 100 Kg di cavi in rame

Nel cuore della notte, una centrale elettrica situata in via Torre la Felce a Latina è stata il bersaglio di ladri specializzati. I malintenzionati hanno portato a termine un’operazione audace, rubando 100 kg di cavi in rame, essenziali per il funzionamento dell’impianto. L’incidente, che ha visto la distruzione di parte del muro di cinta, ha scatenato un’operazione immediata dei Carabinieri, chiamati a intervenire per le indagini del caso.

Cronaca del Furto

Il furto è stato eseguito con precisione: i ladri hanno danneggiato il muro perimetrale della centrale, accedendo così all’area dove erano installati i cavi. Hanno asportato vari cavi da 20 metri l’uno, tutti collegati a cabine di trasformazione, compromettendo l’efficienza della centrale. La scoperta è stata fatta nelle prime ore del mattino, quando il personale ha segnalato l’accaduto alle autorità.

Risposta delle Forze dell’Ordine

I Carabinieri della Stazione locale, guidati dalle informazioni raccolte dalla Centrale Operativa, hanno immediatamente avviato un’indagine per tracciare i responsabili e recuperare il materiale rubato. L’attenzione si concentra ora sul rintracciare eventuali testimoni e su analisi forensi per raccogliere indizi utili a individuare i colpevoli.

Implicazioni del Furto

Questo episodio solleva serie questioni sulla sicurezza delle infrastrutture critiche. Il furto di rame, data la sua elevata richiesta e valore di mercato, è un problema in crescita che colpisce non solo l’Italia ma numerosi altri paesi. Le conseguenze di tali atti non si limitano al danno materiale ma si estendono alla potenziale interruzione di servizi essenziali, come l’erogazione dell’energia elettrica.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img