Una scena da film, di quelli dell’orrore, quella che si è presentata ai soccorritori della ragazza, 30enne, trovata legata ad un albero al Fogliano.

I fatti giovedì scorso quando la vittima, intorno alle 17, decide di andare al lago per passare qualche momento di serenità. Purtroppo per lei il fato ha ben altri piani.

Secondo quanto ha raccontato, sarebbe stata aggredita da uno sconosciuto e poi immobilizzata.

E’ stata trovata dagli agenti della Polizia, allertati dalla famiglia che non la vedeva tornare a casa. Trasportata in ospedale per precauzione, è stata visitata e quindi dimessa.

Cosa è realmente accaduto non è ancora chiaro. Quello che è sicuro è che la 30enne è stata sorpresa alle spalle da uno, forse due aggressori. Dopo è svenuta e non ha altri ricordi ci quanto successo.

Gli inquirenti, per il momento escludono un tentativo di rapina o di violenza sessuale.

Le indagini sull’accaduto sono affidate alla squadra Mobile della questura di Latina, e dirette dal dirigente Giuseppe Pontecorvo.