mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img

Raccolta differenziata ai minimi storici e trasporto pubblico in tilt. Latina Cenerentola d’Italia

Latina sprofonda nella classifica sull’ecosistema urbano e conquista la maglia nera tra i capoluoghi italiani.

Rispetto al 2018 la città guidata dal sindaco Coletta perde altre tre posizioni passando dalla 95esima alla 98esima posizione su 104.

Questa la fotografia che emerge dalla classifica sull’Ecosistema Urbano, sesta tappa di avvicinamento all’indagine sulla qualità della vita 2019 del Sole 24 Ore.

18 i parametri presi in esame divisi in cinque macro categorie: qualità dell’aria, rete idrica, mobilità, ambiente e rifiuti.

Nella prima metà della classifica si trovano città grandi come Bologna (13′), Firenze (24′), Perugia (26′) e Milano, che pero’ perde nove posizioni e occupa il 32esimo posto, oppure Comuni del Sud come Cosenza (14′) e Teramo (28′).

Dall’analisi dei dati emerge “un’Italia dinamica, attenta alle nuove scelte urbanistiche, ai servizi di mobilita’, alla progressiva restituzione di vie e piazze ai cittadini, all’impegno contro lo spreco alimentare, alla crescita degli spazi naturali”.

Ma una lettura d’insieme delle aree urbane restituisce “emergenze, criticita’ e troppe performance ambientali scadenti o pessime, a cominciare dall’allarme smog o dal ciclo dei rifiuti”.

A pesare su Latina è una gestione dei rifiuti che continua a fare acqua da tutte le parti.

La soglia della raccolta differenziata pari al 65% è lontanissima dall’essere raggiunta considerato che Latina è ferma al 24%.

Nonostante i tanti annunci sull’efficienza e l’implementazione del trasporto pubblico locale le criticità restano tante, anzi troppe.

Il servizio resta poco appetibile per i cittadini che preferiscono optare per l’utilizzo dell’auto e di messi propri per spostarsi.

La gestione del verde non brilla, le piste ciclabili sono un colabrodo, private della dovuta manutenzione ordinaria e straordinaria.

Una bocciatura su tutta la linea che rende Latina Cenerentola d’Italia e del Lazio dove fanno meglio persino Roma all’89esimo posto, Frosinone al 92esimo e Rieti in 77esima posizione mentre Viterbo è fuori classifica per non aver presentato i dati utili alla ricerca.

 

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img