mercoledì 24 Luglio 2024
spot_img

Pronto soccorso dell’ospedale Goretti di Latina in ginocchio, è record di accessi

Il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina è nel caos totale.

Il numero di pazienti in attesa da questa mattina è in costante crescita.

Dopo le 13 l’ospedale di Latina, con i suoi 133 pazienti, di cui 40 in attesa, 57 in trattamento, 29 in attesa di ricovero o trasferimento e 7 in osservazione breve intensiva, risulta essere, in termini di accessi, il quarto nel Lazio dopo il Policlinico Tor Vergata, con 147, il Policlinico Gemelli, con 137 e l’Umberto I con 130.

I codici rossi, sul totale, sono 6 mentre la maggior parte delle persone presenti sono state classificate con un codice verde e giallo.

Ogni anno nel mese di gennaio, complice il picco dell’influenza e soprattutto le complicazioni che questa porta in particolar modo per le fasce più fragili della società come anziani e bambini, si registrano record di accessi a cui il personale sanitario deve far fronte nonostante i grandissimi limiti ancora esistenti e persistenti a causa del sottodimensionamento della pianta organica e gli ambienti inadeguati ad accogliere un fluso tanto ingente di pazienti.

Nonostante medici, infermieri e tecnici si stiano facendo in quattro per far fronte all’emergenza le condizioni dei pazienti restano al limite, costretti sulle barelle, su letti di fortuna e immersi nella promiscuità totale a causa dei pochi ambienti disponibili.

La sala d’attesa è gremita e la tensione sale tra i familiari che si sentono impotenti di fronte al dolore dei propri cari.

Una situazione limite, conosciuta a tutti, dalle istituzioni alla politica che non trova soluzione di sorta.

E sperare che gli interventi di ampliamento dell’ospedale alcuni dei quali dovrebbero riguardare anche il Pronto soccorso non basta.

I servizi servono ora, il benessere del personale deve essere garantito oggi non a data da destinarsi.

Ma forse l’emergenza che caratterizza il Goretti non è altro che il simbolo di un attendismo e di una inerzia che nella politica trova fondamento e nella burocrazia la propria peggiore espressione.

Intanto i numeri continuano a crescere.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img