Maurizio Patarini
Maurizio Patarini

Durante la presentazione di Progetto Latina, Bernardino Quattrociocchi e Francesco Miscioscia hanno invitato i presenti, e chiunque fosse interessato, a contribuire  alla ricerca con una propria riflessione. 

Ha immediatamente colto l’invito l’ex consigliere comunale, Maurizio Patarini, che a partire dall’intervento del professor Massimo Allulli ha rilanciato il progetto Latina Smart City da lui proposto e portato avanti in qualità di Presidente della commissione di Pianificazione Strategica.

“In questo momento di carenza di temi e con una campagna elettorale alle porte – scrive Maurizio Patarini – ripartire da un lavoro durato due anni, i cui frutti oggi sono stati enunciati durante l’incontro tenutosi presso la sala conferenze della Facoltà di Economia di Latina, che vede su Latina ben 10 progetti smartcity costruiti attraverso il bando MIUR di luglio 2012 e il 19esimo posto tra i comuni italiani per progettualità smartcity.

Alla conferenza, egregiamente promossa da Latinaquotidiano.it, a cui vanno i miei complimenti, in collaborazione con l’Università La Sapienza, sono andato da cittadino curioso di conoscere il punto di vista accademico del Progetto Latina e mi ha dato soddisfazione vedere che tra gli interventi dei relatori, dott Massimo Allulli, venisse citata come opportunità di crescita e di sviluppo proprio quel modello smart city presentato dalla passata amministrazione, capace effettivamente di dare alla città sviluppo ed innovazione. Soddisfazione sopraffatta dall’amarezza nel rischiare di lasciare solo su carta questi due anni di lavoro, dove ricordo l’istituzione dell’assessorato all’innovazione e l’istituzione della commissione di Pianificazione Strategica, di cui ne sono stato Presidente, la realizzazione di alcuni progetti strettamente legati all’innovazione, come Smart Sea (già finanziato e realizzato). Ripartiamo da questo, ripartiamo da una intuizione che si è comunque trasformata in atti amministrativi e che auspico possa proseguire anche nella prossima amministrazione, indipendentemente dalla coalizione che guiderà la città di latina nei prossimi anni”.