Alessandro Cozzolino
Alessandro Cozzolino

Dopo la presentazione di Progetto Latina, la ricerca realizzata da LatinaQuotidiano.it in collaborazione con la Facoltà di Economia de La Sapienza, sono numerosi i contributi che sono arrivati alla nostra redazione. Tra questi anche quello dell’ex capogruppo del PD in Consiglio Comunale, Alessandro Cozzolino che sottolinea la latitanza delle istituzioni sul territorio.

Ho partecipato con piacere all’iniziativa organizzata da LatinaQuotidiano.it e dal suo direttore Francesco Miscioscia. A loro va un mio sentito ringraziamento per l’evento denominato Progetto Latina, ciò che lo ha preceduto e quello che ne seguirà.

Indubbiamente il percorso che ha portato al convegno del 14 dicembre ha il grande merito di raccogliere le idee e le richieste dei maggiori stakeholder della nostra città, di riunirle e farle analizzare da professori universitari e professionisti che sono stati in grado far emergere sia le potenzialità che nuove idee e proposte per questo territorio.

Progetto per Latina, quindi, ha avuto il grande merito di svolgere un ruolo che in questi avrebbe dovuto essere delle istituzioni che invece sono state latitanti, cioè quello di riuscire a dare una visione e a suggerire una pianificazione strategica per questo territorio, inteso non solamente come città, ma come area più vasta.

Idee, visione e sistema. Questo deve riuscire a dare la prossima classe dirigente al nostro comune. La politica dovrebbe riuscire a guidare questo processo coinvolgendo quegli stakeholder realizzando un sistema virtuoso per i cittadini. Questo è quello che può realmente creare una rinascita culturale, sociale ed economica per Latina, questo è il progetto per Latina che la prossima amministrazione deve saper mettere in campo. Partire da ciò che siamo e dalle eccellenze che abbiamo per valorizzare le tante potenzialità che abbiamo. Creare un sistema virtuoso sarà il vero compito della prossima amministrazione.