martedì 26 Ottobre 2021

Processo per voto di scambio alle elezioni 2016: Tripodi chiamato a testimoniare

E’ iniziato oggi, 14 ottobre, il processo relativo al presunto voto di scambio alle elezioni amministrative 2016. Questa mattina sono comparsi davanti al collegio del tribunale di Latina, presieduto dal giudice Morgigni, Roberto Bergamo che all’epoca era nella lista “Latina Olim Palus 2032”, a sostegno di Angelo Tripodi candidato a sindaco, Angelo “Carlo” Morelli e Ismail El Ghayesh.

Nel ramo del procedimento più vasto “Alba pontina”, era imputato anche Antonio Fusco che aveva scelto il rito abbreviato (che prevede la riduzione di un terzo di una eventuale condanna in cambio della rinuncia al dibattimento), che è stato già condannato a 1 anno e 6 mesi di reclusione. Fusco era però imputato per altri reati e non per voto di scambio.

Dopo aver ammesso le prove gli avvocati della difesa hanno fatto una serie di richieste preliminari e in questa fase l’avvocato Giancarlo Vitelli che, insieme ad Italo Montini, difende Morelli, ha chiesto ed ottenuto di citare come testimone lo stesso consigliere regionale della Lega, Angelo Tripodi. Ammessi tutti i testimoni dei pm e del collegio difensivo composto anche da Alessia Vita.

Tripodi, che non risulta indagato, si presentò alle elezioni amministrative 2016 sostenuto da cinque liste.

I voti secondo l’accusa “costavano” appena 30 euro e nell’inchiesta era stato ben spiegato come gli indagati andassero a prendere le persone a casa e, dietro pagamento o alle minacce, e le portassero a votare per questo o quel candidato.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img