venerdì 27 Maggio 2022

Procaccini sul caso Moscardelli-Asl: “Senza tessera del Pd non si può lavorare nel pubblico…”

La notizia del coinvolgimento del segretario provinciale del Pd, Claudio Moscardelli, nello scandalo dei concorsi alla Asl di Latina, ha causato le più varie reazioni.

Una delle più dure è quella dell’europarlamentare di Fratelli d’Italia, ed ex sindaco di Terracina, Nicola Procaccini.

“In relazione alla vicenda giudiziaria che coinvolge, tra gli altri, il segretario provinciale del PD, Claudio Moscardelli – dice Procaccini – esprimo dispiacere da un punto di vista umano, soprattutto se penso ai risvolti di carattere personale che investono le persone arrestate. D’altra parte, se considero invece il combinato disposto di questo scandalo riguardante le assunzioni alla Asl di latina tramite concorso pubblico, con l’altro scandalo legato alle presunte assunzioni manipolate di cui si è reso protagonista il Partito Democratico in tutta la nostra regione, ciò che emerge grazie al lavoro dei magistrati inquirenti è un sistema in base al quale non si può lavorare nella pubblica amministrazione se non si ha in tasca la tessera del Pd.

Ciò che sta evidenziando il lavoro della magistratura è davvero inquietante, la presenza di una sorta di cupola a metà strada tra il regime sovietico e il clan malavitoso per controllare le assunzioni negli enti e nelle istituzioni pubbliche. Tutto ciò con grave danno non soltanto per le migliaia di persone che hanno preso parte ai concorsi e si sono viste scavalcare in graduatoria da concorrenti che, molto probabilmente, avevano titoli e meriti inferiori a chi è rimasto beffardamente escluso dalle posizioni utili per essere assunti, ma con conseguenze devastanti sulla qualità del personale e quindi dei servizi erogati dalle amministrazioni stesse. Un meccanismo che appare tanto più odioso e grave se si considera che ad essere in investito è un settore ora più che mai fondamentale e delicato per il nostro Paese, quale la sanità pubblica.

In attesa di conoscere i risvolti dell’indagine, attendo le reazioni del partito grillino che prima si è preso i voti invocando “onestà” e poi, nel giro di qualche mese, se n’è andato con il Pd al governo della Regione Lazio”.

Sempre oggi, l’europarlamentare ha voluto manifestare la propria vicinanza alla famiglia dell’ex sindaco di Cisterna Carturan: “Mi unisco al dolore della famiglia e della comunità di Cisterna per la scomparsa di Mauro Carturan, a lungo protagonista delle vicende politiche del nostro territorio.

Anche nei momenti in cui il nostro confronto politico si è fatto più acceso, non sono mai mancate la stima e l’affetto per l’uomo, generosamente proteso fino all’ultimo istante della sua vita verso l’impegno politico.”

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img