domenica 4 Dicembre 2022

Priverno: sagra falia e broccoletti 2018 tra passeggiate, musiche e balli

di Stefania Paoloni* – Grande partecipazione ieri, 8 parile, nelle due piazze dove si è svolta la sagra Falia e Broccoletti a Priverno. Molte le persone in fila per degustare il menù tipico. Piazza Giovanni XXIII era gremita di gente, soprattutto all’ora di pranzo, quando le attività previste nella mattinata si sono concluse.

L’imponente scalinata ai due lati appariva incorniciata dalle mountain-bike parcheggiate, su ogni gradino, in perfetto ordine dai partecipanti al percorso ciclistico tra i vicoli. Testimonianza del successo della novità di questa edizione affiancata alla ormai classica passeggiata a piedi, dove con maggiore tranquillità si sono potuti apprezzare scorci e curiosità su palazzi e vicoli del centro storico e mura medievali.

Il rinvio della sagra coinciso con la stessa data del Pellegrinaggio dell’Amore da Maenza all’Abbazia di Fossanova, a rievocare l’ultimo viaggio di San Tommaso D’Aquino nel 1274, è stata opportunità anche per questi camminatori per una sosta insolita in una piazza viva e accogliente. Segnale questo che anche una collaborazione tra comuni vicini, un lavoro di concerto ragionato aiuta a promuovere eventi ed iniziative.

Piazza Trieste nella mattinata ha permesso una tranquilla passeggiata tra la mostra fotografica del Palio del Tributo e qualche figurante in costume e gli stand. Le musiche popolari dei “Ballamò” hanno aperto il pomeriggio musicale. Sono seguiti i giochi popolari e l’allegra compagnia dei “Brigallè” ha fatto ballare molti dei presenti fino a sera nella piazza del mercato contadino di tanti anni fa.

In ricordo di questa giornata i presenti hanno potuto acquistare il souvenir in terracotta della sagra Falia e Broccoletti.

Queste manifestazioni oltre a mantenere vive le tradizioni gastronomiche, gusti e sapori, fanno da volano per le economie dei piccoli paesi. Permettono a questi di essere conosciuti in un momento di vivacità e allegria sotto molti aspetti. Mettono in mostra tutti i loro punti di forza, non solo enogastronomici. Valorizzano il territorio.

*Stefania Paoloni  è corsista della seconda edizione del Workshop di Giornalismo Digitale organizzato da Net in Progress e LatinaQuotidiano.it

 

CORRELATI

spot_img
spot_img