domenica 4 Dicembre 2022

Priverno, parlare di politica ai giovani azzerando il gap generazionale

La politica oggi può ancora affascinare i giovani? Come può farlo? Domande lecite vista la crisi dei partiti che non sono riusciti a restare incollati alla società che dovrebbero rappresentare, anche per questo ormai poco attrattivi.  Questo, nel lungo, periodo potrebbe tradursi in mancanza di ricambio generazionale. Nella sala delle cerimonie del comune Priverno, sabato 15 dicembre, si è svolto un dibattito organizzato dal presidente del consiglio dei giovani Marco Valle, Antonio Mennillo di Forza Italia e con il patrocinio del comune di Priverno.

Lo scopo di questo progetto itinerante “I giovani incontrano la politica” è quello di spronare i ragazzi a porsi domande e formarsi una coscienza critica e ad interessarsi alla politica stessa. Protagonisti del progetto, giovani leve di diversi partiti del territorio pontino: Simone di Mascolo-Gioventù Nazionale, Francesco Pannone-Movimento Giovanile della Sinistra, Marco Pietrandrea-Lega Giovani, Giulia Petrilli-Giovani Democratici, Christian Chiumera-Forza Italia Giovani.

Il confronto, a cui hanno assistito i ragazzi del liceo di Priverno, si è svolto su:l’alta velocità feroviaria, l’ immigrazione e tutela dell’ambiente. Tre minuti per ogni relatore su ogni tema nei quali hanno illustrato e motivato le proprie posizioni. Analisi e posizioni diverse sugli stessi temi andando dritti al punto senza troppi giri di parole. Una occasione per i presenti per approfondire questi temi, capire i meccanismi dietro le scelte.

Ha moderato l’incontro Lidano Grassucci dando anche chiavi di lettura per comprendere meglio le diverse posizione sui temi, di come queste rispecchiano gli ideali del partito di riferimento e i valori.

All’apertura è stato osservato un minuto di silenzio per Antonio Megalizzi, il giornalista di 28 anni vittima dell’attentato ai mercatini di Natale di Strasburgo

Stefania Paoloni
Ragioniere-Programmatore. Formazione sociologica ad indirizzo economico. Dopo anni di precariato si è dedicata alla famiglia e oggi investe nel giornalismo digitale.

CORRELATI

spot_img
spot_img