sabato 30 Settembre 2023

Priverno, la biblioteca comunale risorge nel centro storico

20mila volumi.

 

Ambienti ampi ed una sede unica nel suo genere come quella del palazzo dell’ex Vescovado in piazza Ludovico Tacconi, nei pressi di Santa Chiara.


E’ questa la cornice in cui risorgerà la biblioteca comunale di Priverno.


Il progetto di trasferimento è completato e si inserisce nel
progetto dell’amministrazione comunale di riportare al centro della città l’arte e la cultura.

L’ex Vescovado indosserà così l’abito del palazzo della cultura di Priverno.


Ad arricchire l’offerta esistente ci saranno gli incontri con gli autori, l’implementazione dei testi dedicati alla letteratura per i più giovani, la connettività Wi-Fi e l’accesso alla biblioteca digitale così come voluta dal sistema bibliotecario dei Monti Lepini al quale la biblioteca di Priverno appartiene.

 

Una biblioteca digitale che consentirà di ottenere informazioni, consultare il catalogo delle biblioteche online, effettuare ricerche sul patrimonio librario, localizzare i libri cercati, individuarne il posizionamento sullo scaffale, visionarne la copertina e leggere un abstract del testo.

Attraverso la piattaforma si potrà accedere a ulteriori contenuti digitali, più di 1.550.000 risorse gratuite, dagli e-book agli audiolibri, dalla musica all’e-learning, attraverso la Rete Indaco.


Intitolata all’indimenticabile Pierina Carfagna, che ha trascorso una vita intera a diffondere e promuovere lo studio e la lettura, l’inaugurazione, che si svolgerà il 19 luglio alle 8, avverrà alla presenza dello storico Edmondo Angelini, del sindaco Anna Maria Bilancia, Don Giovanni e lo scrittore Antonio Polselli.

 

Dopo la cerimonia, alla scoperta della biblioteca in un click, grazie alla presentazione del progetto di digitalizzazione delle biblioteche dei comuni lepini, a cura di Quirino Briganti.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img