Priverno
Priverno

A Priverno rivoluzione nella toponomastica.

E’ iniziata, infatti, la seconda fase della rilevazione della numerazione civica che segue l’analisi del contesto territoriale.

La rilevazione interna agli immobili sarà effettuata senza arrecare disagio ai
cittadini perché la società incaricata dal Comune, la ditta Unisel Srl, accederà solo nei vani scala e non all’interno delle abitazioni per verificare il numero delle unità immobiliari e collegare ad ognuna di essa il titolare della proprietà o l’affittuario.

Il personale addetto sarà riconoscibile attraverso apposito tesserino.

Si tratta di un adempimento normativo concernente l’anagrafe della popolazione, che dispone che i Comuni devono provvedere all’indicazione dell’onomastica stradale e della numerazione civica, e che la spesa della numerazione civica può essere posta a carico dei proprietari dei fabbricati.

Sotto quest’ultimo profilo, l’amministrazione ha deciso di non porre nessun costo a carico dei cittadini per venire incontro alle esigenze finanziarie delle famiglie.

L’attività inoltre scaturisce dalla necessità di procedere, sull’intero territorio comunale, ad una operazione di aggiornamento della numerazione civica interna ed esterna, nonché all’attribuzione della numerazione mancante, non corretta o non conforme alla normativa considerato che questa non viene aggiornata da diversi anni.

Ciò crea numerosi disagi sia alla popolazione, sia agli uffici, sia alle società che spesso non sono reperibili, o non trovano i destinatari della loro corrispondenza.

Ancor più grave potrebbe essere se ambulanze o vigili del fuoco, ad esempio, tardassero ad intervenire a causa delle difficoltà di individuare la destinazione dell’intervento.