Angelo Tripodi

La struttura di via Madonna delle Grazie a Priverno è stata inaugurata questa mattina.

Ma la battaglia politica non accenna a fermarsi.

‘Nicola Zingaretti, dovrebbe scusarsi con i cittadini di Priverno e del comprensorio! La Casa della Salute è stata inserita nel documento di economia e finanza 2019-2021 grazie alla battaglia della Lega, anzi la giunta Zingaretti e la sua maggioranza hanno persino bocciato inizialmente il nostro emendamento e, dopo la protesta del partito e dei cittadini, hanno virato su un’altra iniziativa dell’opposizione di centrodestra. Altrimenti la Casa della Salute di Priverno non era prevista in nessun atto!”.

Con queste parole il capogruppo della Lega in consiglio regionale, Angelo Tripodi, commenta quella che si definisce come una parata buona solo per accappararsi meriti non propri.

Tra l’altro, su tutto, grava il fatto che per la piena funzionalità della Casa della salute si dovrà attendere ancora qualche mese.

”L’immobile di via Madonna delle Grazie, che ospiterà – continua Tripodi – anche il Punto di primo intervento a rischio chiusura come previsto nel decreto del 2015, partorito durante l’era Renzi, rientra in un accordo quadro di oltre un decennio fa e oggi è stata inaugurata una sola struttura, mentre i cittadini dovranno attendere, a detta dell’Asl di Latina, il 2020 per l’apertura dell’altro blocco”.

In consiglio regionale la vicenda dell’ex presidio di Priverno ha tenuto banco per mesi.

“Lo sblocco definitivo dei lavori è giunto dopo una richiesta di accesso agli atti avanzata dalla Lega in data 22 maggio 2018 tramite pec, la cui documentazione, dopo diverse sollecitazioni e richieste, è stata consegnata al sottoscritto soltanto l’11 febbraio 2019. La verità è agli atti e la concretezza della Lega ha permesso – conclude Tripodi – di raggiungere un importante risultato, ma crediamo non sia finita qui e assicuriamo un continuo monitoraggio”.