domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Prima rapina un supermercato, poi viene pestato: in carcere 35enne pontino

Un uomo di 35 anni, originario di Latina, si trova in carcere dopo essere stato interrogato ieri dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina, Laura Morselli. L’uomo era inizialmente agli arresti domiciliari per la rapina al Conad City di via Sacramento a Sabaudia, ma è stato successivamente arrestato per essere evaso per farsi visitare in ospedale dopo un pestaggio.

Confessione della Rapina

Durante l’udienza di convalida, il rapinatore ha ammesso di aver compiuto il colpo l’8 giugno. Ha minacciato una cassiera con una pistola, facendosi consegnare circa 2.500 euro. Dopo il furto, è fuggito su uno scooter rubato, accompagnato da un complice non ancora identificato. I carabinieri lo hanno arrestato poche ore dopo con l’accusa di rapina e ricettazione, ponendolo ai domiciliari in attesa dell’interrogatorio.

L’Incredibile Racconto del Pestaggio

Due giorni dopo, l’uomo è uscito di casa per recarsi all’ospedale Santa Maria Goretti a causa di un dolore al petto. Ha raccontato al giudice che durante la fuga in motorino era stato investito volontariamente da un’auto e successivamente aggredito brutalmente da un gruppo di circa 15 persone. Le ferite riportate lo hanno spinto a cercare assistenza medica, portandolo al ricovero e alla sorveglianza da parte dei carabinieri per una giornata, prima di essere trasferito in carcere per evitare ulteriori evasioni.

Decisione del Giudice

Assistito dall’avvocato Leonardo Palombi, l’uomo ha ammesso la sua colpevolezza durante il colloquio con il magistrato. Al termine dell’udienza, il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere per il rapinatore.

Parole chiave:

 

Meta descrizione:

 

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img