giovedì 8 Dicembre 2022

Presidio Aviointeriors sotto al Tribunale di Latina, dai lavoratori una lettera aperta ai giudici

di Giusy Cavallo – I lavoratori del presidio Aviointeriors questa mattina hanno manifestato sotto al Tribunale di Latina distribuendo volantini ai passanti. In questi giorni ci dovrebbero essere le prime sentenze sul caso Avio e i lavoratori hanno scritto una lettera aperta ai giudici che dovranno decidere sulla legittimità della mobilità aperta per 75 lavoratori della società di Tor Tre Ponti.

I lavoratori nella lettera riportano i bilanci della società del 2012 (32 milioni di euro) e del 2013 (44milioni di euro) e riportano che nell’anno 2014 (anno della mobilità) il bilancio è quintuplicato rispetto all’anno precedente. “Nessuna società – insiste il presidio – che quintuplica il proprio utile in un anno può essere definita in crisi. Quindi l’Aviointeriors non poteva aprire una procedura di mobilità”. Per il presidio “la mobilità è stata solo un modo illegittimo di liberarsi del personale che aveva rivendicato i propri diritti attraverso lo sciopero”.

Per questo i lavoratori ribadiscono la loro fiducia nella giustizia ma si appellano a cuore aperto ai magistrati e al Tribunale di Latina: “abbiamo già pagato abbastanza in passato un sistema in cui le sentenze di alcuni giudici non venivano emesse in modo equo ma sulla base di parametri oggi noti a tutti attraverso le cronache dei giornali”.

CORRELATI

spot_img
spot_img