sabato 2 Marzo 2024
spot_img

Porci e neomartiri, la mostra dissidente dal 25 luglio alla Torre di Mola a Formia

Porci e neomartiri, questo, il nome del progetto espositivo ideato da Lami Daher – un focus collettivo che induce a riflessioni sulle dinamiche della contemporaneità – racconta il mondo e i meccanismi sociali immutabili e uguali a loro stessi da sempre, un mondo inesorabilmente occupato da gestioni sbagliate, reiterate dall’essere umano sull’ essere umano.

La mostra si terrà presso la Torre di Mola in via Abate Tosti 35 dal 25 al 30 luglio. L’inaugurazione è fissata per martedì 25 alle 18 e sarà visitabile dalle 18 alle 24.

Madre Natura quotidianamente soffre e si impoverisce, e così si acutizza l’ambiente della filantropia nera.

I lobbisti pressano, i cattivi corrompono. Questo è quanto accade. Niente è programmato, strutturato, pianificato – ogni scelta è in balia dell’ egoismo. Il domino è in mani psicopatiche.
Con questa mostra vomitiamo il nostro dissenso.
La serata inaugurale prevede uno spettacolo d’arte fisica teatrale inscenato dall’Artista Capovolto, maestro dell’improvvisazione scenica che presenterà una rivisitazione dell’inferno Dantesco.
Lami Daher e lo staff porgono saluti di pace e alleanza.
Gli artisti coinvolti in questo progetto:
Capovolto Lami Daher;
Makumbo
Metaleone
Ottavia Molatore Luca Serio
Smoe Studio Francesco Valerio Marco Valerio Viola Barbato

Le opere in mostra sono un dialogo di immagini che spaziano tra il bucolico e il moderno; astratto, geometrico, figurativo si fondono in un unico coro visivo.

I lavori sono realizzati a tecnica mista, su diversi formati: tele, disegni, collage, carte progetto.

 

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img