Si è svolto nei giorni scorsi un incontro tra l’amministrazione comunale di Ponza e una delegazione di Acqualatina, presieduta dall’amministratore delegato Raimondo Luigi Besson. Diversi i punti discussi: l’impianto di depurazione, la rete fognaria, l’approvvigionamento idrico tramite navi, il dissalatore.

Il sindaco Francesco Ferraiuolo ha espresso ad Acqualatina la necessità di dare priorità alle opere di collegamento fognario delle utenze situate nelle zone non ancora allacciate dalla rete, nell’ottica della massima tutela ambientale. Acqualatina si è impegnata a produrre un documento con le tempistiche di intervento, con previsione di inizio lavori già dal corrente mese di luglio per le aree non interessate dai flussi turistici e, a seguire, dal prossimo mese di ottobre per quelle che invece ne sono interessate.

Per quanto riguarda gli impianti di depurazione, Acqualatina prevede sia il potenziamento e l’ammodernamento dell’impianto di “Giancos”, che diverrà, di fatto, il principale depuratore dell’isola, grazie all’utilizzo di tecnologie di nuova generazione come l’MBR (bioreattori a membrana), sia il completamento del collegamento dell’impianto alla rete fognaria.

Tutto questo sarà propedeutico per permettere di ottenere la bandiera blu anche per Ponza. Si tratta di un obiettivo strettamente legato  all’efficienza del sistema depurativo e fognario, che è uno dei parametri principali per l’ottenimento del riconoscimento.

Si è poi discusso del tema dell’approvvigionamento idrico e dell’impianto di dissalazione, previsto dal Protocollo d’Intesa firmato nel 2015 tra Regione Lazio, Ente d’Ambito A.T.O. 4, Comune di Ponza e Acqualatina.

Il Sindaco Ferraiuolo ha evidenziato l’importanza di un adeguato approvvigionamento idrico con le navi cisterna, atto a garantire lo svolgimento di una serena stagione turistica. Sul fronte dissalatore, si sono esaminati diversi punti, dalla tutela del sistema marino al sito di installazione dell’impianto. L’amministrazione si è riservata di fare ulteriori approfondimenti, da presentare poi in Conferenza dei Servizi.

Infine, le delegazioni si sono poi recate presso l’impianto di pretrattamento de “Le Forna”, per un sopralluogo congiunto e l’attivazione dello stesso. Nel corso della visita, i tecnici di Acqualatina hanno mostrato alla delegazione comunale il funzionamento dell’impianto, con viva soddisfazione degli amministratori per la sua messa in funzione da tempo attesa e nell’ottica del più ampio progetto di ristrutturazione e ammodernamento dell’intero sistema depurativo dell’isola e di rifacimento dell’intera rete fognaria.