domenica 19 Settembre 2021
spot_img

Ponza e Palmarola, partita la derattizzazione: preoccupazione dei residenti

Sono in corso in queste settimane le operazioni di derattizzazione sulle isole di Ponza e Palmarola e sale anche la preoccupazione per gli animali selvatici, in particolare per gli uccelli che vivono sull’isola: rapaci, gabbiani e soprattutto per il pellegrino. Secondo il Comune di Ponza non ci sarebbero pericoli, l’unico avvertimento era stato quello di non mangiare le lumache raccolte in questi mesi fino a maggio. Nessun problema invece per gli asparagi.

Le esche sono state e saranno posizionate ancora fino al mese di aprile (l’operazione dura infatti tre mesi), sia tramite l’elicottero, nelle zone più impervie, ricoperte di materiale biodegradabile, le altre invece sono poste – sempre secondo l’amministrazione – all’interno di appositi contenitori per evitare l’ingestione di tali esche da parte di animali domestici e selvatici.

Invece qualcuno insinua che i gatti siano spariti e che almeno un cane sia morto e un altro stia molto male. Difficile capire se questi decessi siano da attribuire alle esche per debellare il ratto nero, fatto sta che la preoccupazione non si placa e qualcuno dice ancora che il Comune e la Regione non abbiano valutato i rischi.

Le esche saranno poste anche nel centro abitato di Ponza Porto e nell’area del porto di Cala Feola, sempre all’interno di contenitori di plastica, onde evitare che i ratti possano tornare sull’isola tramite le imbarcazioni.

CORRELATI

spot_img
spot_img