Ponza perde, almeno per il momento, uno dei punti di riferimento della sua movida.

Quest’oggi, infatti, i Carabinieri della Compagnia di Formia, con la collaborazione della Guardia di Finanza, hanno proceduto a sequestrare il ‘Blue Moon‘, dando attuazione ad un decreto di sequestro emesso dalla Procura della Repubblica di Cassino.

Diverse le infrazioni contestate ai proprietari del locale. Pur essendo un ristorante all’aperto, infatti, ha offerto un intrattenimento danzante notturno in violazione della normativa anti-covid e del divieto di disturbo della quiete pubblica (un’ordinanza sindacale del 26 maggio scorso impone la chiusura dei locali pubblici alle 00:30, mentre è stata accertata la prosecuzione delle attività del Blue Moon sino alle 3:30); il tutto nonostante il fatto che tali infrazioni fossero state contestate ai proprietari sia giovedì che venerdì scorsi. 

I controlli erano stati sollecitati dal comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, tenutosi in Prefettura a Latina il 9 luglio 2020 con la partecipazione del Sindaco dell’isola, Francesco Ferraiuolo e del comandante della polizia locale, Antonio Pesce, proprio per affrontare i problemi connessi con la “movida” ponzese.