Angelo Orlando Tripodi
Angelo Tripodi

Il consigliere regionale Angelo Tripodi ha promosso un’audizione in commissione regionale rifiuti sul problema dei miasmi della Sep a Pontinia e un sopralluogo in azienda. Peccato però che il comitato Mazzocchio, composto dai residenti del quartiere che da anni lottano contro gli odori molesti, erano appena intervenuti dicendo che ormai la situazione è nota.

“Apprezziamo – ha risposto il comitato a Tripodi – che il neo eletto consigliere regionale si stia interessando, da rappresentante dei cittadini pontini, al decennale problema della Sep che ha reso la nostra vita un inferno e noi inconsapevoli guerrieri di una battaglia dura da vincere. Ma crediamo che quella intrapresa da Tripodi sia una strada sbagliata”.

“Come già dimostrato in passato le ispezioni programmate servono a poco e anzi a volte non fanno che alterare la realtà con la quale siamo costretti a convivere ogni giorno – hanno proseguito dal comitato -. In più ci teniamo a ribadire come l’Arpa abbia già fatto delle relazioni alla Regione sullo stato della Sep. Relazioni che sono state ignorate nella passata legislatura quando anzi a Sep è stata concessa una variazione non sostanziale della propria autorizzazione per poter incamerare più rifiuti di quelli trattati fino a quel momento. Ora l’impianto è sotto sequestro, tratta una quantità minima di rifiuti peraltro pre-trattati e comunque noi non riusciamo a respirare aria pulita. Su Sep è già intervenuta la magistratura con le indagini che auspichiamo stiano andando avanti. Un’ulteriore passerella non serve e anzi potrebbe essere dannosa gettando ancora più confusione su una questione che resta poco chiara da tanti punti di vista. Purtroppo la politica sarebbe dovuta intervenire anni fa. Certo la responsabilità non può ricadere sul consigliere Tripodi neoeletto ma la realtà è questa: ispezioni e audizioni non servono più. Siamo però disposti a incontrare il consigliere Tripodi e ci preoccuperemo di inviare alla sua segreteria una richiesta per fissare un incontro”.