Paolo Torelli

di Simone Tosatti* – “La Festa dello Sport sarà possibile per la volontà e l’iniziativa dei privati e questo non è ciò che Pontinia si aspetta dalla propria amministrazione”, così il consigliere d’opposizione Paolo Torelli punta l’attenzione sull’aspetto politico della manifestazione.

“E’ senza dubbio un’ottima iniziativa perché coinvolge il tessuto sportivo di Pontinia e zone limitrofe – continua Torelli – facendo da collante che le associazioni del settore e risaltando la funzione sociale dello sport. Complimenti agli organizzatori ma resta la delusione nel constatare come il Comune si sia limitato a dare il proprio benestare senza farsi promotore ed il problema, nello specifico, è anche e soprattutto politico. A differenza di altre amministrazioni, per esempio Sabaudia che ha affidato la delega dello sport al vicesindaco e medaglia olimpica Alessio Sartori peraltro ospite e testimonial dell’evento, nel nostro Comune il tutto ricade su un semplice consigliere peraltro non proveniente dal mondo dello sport. Questo la dice lunga sull’attenzione che l’attuale amministrazione rivolge al settore in generale. Un’altra considerazione riguarda la Consulta dello Sport istituita in ambito comunale. La Consulta, oltre che essere l’associazione di categoria delle associazioni o società sportive, dovrebbe promuovere lo sport in generale e la sua pratica, ma anche la medicina sportiva, la buona alimentazione e tutto ciò che ne ruota attorno. Invece nulla!”

“Dopo un anno – conclude Torelli – a forza di battaglie, siamo riusciti timidamente a proporre alla giunta un metodo più democratico per creare le tariffe sportive per utilizzare gli impianti pubblici nonostante un atteggiamento tutt’altro che disponibile ed aperto al confronto e alle considerazioni”.

*Simone Tosatti è corsista del workshop in Giornalismo Digitale organizzato da Net in Progress e LatinaQuotidiano.it