Home Cronaca Pontinia, pedana rotta al servizio anagrafe: disabile ricevuto nell’atrio

Pontinia, pedana rotta al servizio anagrafe: disabile ricevuto nell’atrio

0

Il Comune di Pontinia impedisce l’accesso ai disabili. Il protagonista della vicenda accaduta stamattina si chiama Armando Manicone, ha 53 anni, e da qualche mese è costretto su una sedia a rotelle.

Da allora ha constatato con mano l’assenza quasi totale di scivoli, pedane e quant’altro possa garantire accesso a locali pubblici e privati ai disabili.

Il caso più eclatante stamattina: entra nell’atrio del Comune con l’obiettivo si salire all’ufficio anagrafe. È stato quindi posizionato sulla pedana. Ma questa non partiva, e alla fine, un funzionario è venuto nell’atrio per sbrigare la sua pratica.

“Ma l’abbiamo revisionata la settimana scorsa”, si è sentito dire dai dipendenti in vistoso imbarazzo. 

“Un vigile urbano è venuto a parlarmi fuori, ho dovuto sbrigare la mia pratica in mezzo alla gente”, racconta. 

Ancora peggio è andata due settimane fa: “All’ufficio persona l’ascensore c’è ma è bloccato da un armadio “, racconta.

Quindi? “Quindi ho dovuto telefonare al piano di sopra e far scendere l’impiegato”. Anche in questo caso la pratica è stata sbrigata lontana dallo sportello preposto. 

E non va meglio in bar e negozi, dove, dice amaramente, pochi sono attrezzati per chi come lui si muove sulla sedia a rotelle. 

Senza contare lo stato dei marciapiedi. Insomma, con così tante barriere architettoniche, “Sono costretto a stare chiuso in casa, anche fare solo 200 metri è una fatica”. 

Per il comune di Pontinia invece, è una vergogna. 

Exit mobile version