Paolo Torell
Paolo Torelli, candidato sindaco a Pontinia

In una scuola di Pontinia non ci sarà la consueta benedizione pasquale perché il dirigente scolastico non vuole offendere i bambini di diverse religioni. L’episodio ha fatto nascere una polemica di carattere politico su cui si è pronunciato Paolo Torelli, candidato sindaco con la lista “Il Girasole” e attuale consigliere comunale. “È pretestuosa e tristemente ideologica la scelta di chi dice di volere rispettare gli altri – spiega Paolo Torelli – cancellando, o camuffando, la Pasqua scadendo nel ridicolo”.

La lista il Girasole non è affatto d’accordo con la scelta del dirigente scolastico della scuola Montiani di Via Migliara 54. “Se qualcuno ritiene di favorire i nostri bambini, negando quelle che sono le nostre tradizioni, è fuori strada – continua Paolo Torelli – e mi auguro che il preside dell’istituto, si ravveda e consenta la benedizione dei nostri bimbi. Faccio appello a tutti i genitori ed insegnanti perché spieghino a tutti i bambini di tutte le razze e religioni il bello della convivenza pacifica ma ricordando loro che siamo in Italia e il 27 marzo è la Pasqua di Resurrezione di Gesù Cristo, il figlio di Dio morto per donare Amore ai popoli e non divisioni o negazioni. Il passato è il nostro futuro e non dobbiamo cancellarlo. Le scuole sono comunali ed anche se la programmazione scolastica è statale – conclude Paolo Torelli -, faremo sentire che questa amministrazione comunale è presente, che chi la guida non consentirà mai attività didattiche tese a mortificare le nostre tradizioni. Il cambiamento di cui siamo portatori sarà l’asse del nostro governo e come sindaco lotterò sempre perché la nostra identità non sia mai calpestata”.