Giorgio Klinger
Giorgio Klinger

Il passaggio di competenze da astral ad Anas definito in queste settimane potrebbe essere la chiave di volta per riportare la pontina ad essere una strada adeguata al traffico che ogni giorno la caratterizza e alle esigenze, sul piano della sicurezza, dei cittadini.

In questo contesto sono intervenuti i presidenti di Unindustria Latina, Giorgio Klinger e Pierpaolo Pontecorvo, del comprensorio di Aprilia, esprimendo soddisfazione per la conclusione dell’iter amministrativo che ha riportato nel patrimonio infrastrutturale gestito da Anas importanti strade della Regione, tra cui la Pontina.

“Il piano straordinario per la manutenzione degli assi viari che passano alla competenza di Anas, con una dotazione di 80 milioni di euro di cui 22 per la sola Pontina – interviene  Klinger – rappresenta un passo fondamentale che auspicavamo da tempo per mettere in sicurezza l’infrastruttura e garantire standard funzionali adeguati ad un’arteria di interesse nazionale”.

In questo contesto, però, gli obiettivi primari che per il Lazio sono rappresentati da endemiche carenze infrastrutturali devono essere completati.

L’attenzione deve restare massima.

Le soluzioni trovate ed attuate nel più breve tempo possibile.

“A valle di ciò, è fondamentale – conclude Klinger – che Anas e Regione Lazio proseguano con forza nell’intenzione di realizzare nel più breve tempo possibile l’asse autostradale Roma-Latina, vera ed unica soluzione per fare uscire il nostro territorio dall’isolamento e dotarlo degli strumenti necessari a competere in un mondo sempre più connesso”.

Insomma entusiasmo sì per il breve periodo ma quello che serve è una progettazione lungimirante che possa far uscire Latina e la sua provincia da un isolamento a cui è costretta da tanto, troppo, tempo.

“Bene il piano di manutenzione che porterà al ripristino delle normali condizioni di viabilità della Pontina. Riteniamo infatti – spiega Pontecorvo – che gli interventi in programma siano una priorità per l’economia di tutto il Lazio. Del resto, la Pontina rappresenta la principale arteria di connessione tra la Capitale e il tessuto produttivo di Pomezia e della provincia di Latina, due ricchezze industriali che insieme esprimono una quota molto significativa della produzione e delle esportazioni dell’intera regione. Condivido però anche l’auspicio del collega Giorgio Klinger relativo alla realizzazione, in tempi brevi, dell’autostrada Roma-Latina, un’opera fondamentale per il rilancio dell’attività del territorio”.