lunedì 6 Febbraio 2023

Piscina scoperta di nuovo chiusa, i tempi amministrativi frenano la riapertura. Damiani: fare presto

La piscina scoperta dove si allenano le squadre di pallanuoto, da oggi è di nuovo chiusa, ma potrebbe riaprire se i tempi dell’amministrazione lo consentono. Già perché la vicenda è ad una svolta. Trascorsi i mesi estivi, da ottobre la piscina torna sotto la gestione comunale, e quindi, in attesa che il Comune risolva il contenzioso con la Nuoto 2000, la struttura chiude di nuovo, ma stavolta le società di pallanuoto hanno uno spiraglio in cui sperare.

Il Comune di Latina infatti ha fatto sapere alle società di essere disponibile a tenere la piscina aperta, a patto che le società si facciano carico dei costi. Le società non se lo sono fatto dire due volte: Latina Pallanuoto, Antares Nuoto Latina e l’altra agonistica che fa capo a Roberto Pellegrini (lo stesso della Nuoto 2000), hanno trovato subito un’intesa per spartirsi gli orari di utilizzo della struttura e i relativi costi. Tutto messo nero su bianco, l’accordo tra le tre squadre di pallanuoto è stato consegnato in Comune. Tutto fatto? No. L’accordo deve passare in Commissione e poi in Consiglio Comunale e qui il meccanismo si inceppa, soprattutto se non vengono convocati né uno né l’altro.

“Siamo con le dita incrociate – ci dice il Presidente della Latina Pallanuoto, Francesco Damiani – siamo preoccupati della tempistica perché ogni giorno con la piscina chiusa per noi è una tragedia, oltre al fatto che perdiamo iscritti perché i genitori sono stanchi di fare la spola per tutta la Provincia. Noi vogliamo velocità nell’approvare la delibera e togliere il lucchetti il più presto possibile. Noi siamo una società di Serie A, abbiamo perso tutti gli sponsor perché per un’attività commerciale ha senso sponsorizzare nel suo luogo, non ad Anzio, dove non ha nessun interesse e nessun ritorno di immagine”.

Francesco Damiani non si nasconde: “Noi siamo arrabbiati: spendiamo di più, perdiamo gli sponsor e ciò va a scapito di una disciplina che tolto il calcio, ha un numero di iscritti superiore al volley e al basket. Invece alle società di pallavolo e palla canestro, è stata data almeno la possibilità di allenarsi al PalaBianchini”.

“Se non c’è la volontà di accelerare i tempi, si rischia che anche quest’anno va come l’anno scorso. E se succede, molliamo”. Insomma, la Pallanuoto rischia di lasciare Latina. Ma questo Francesco Damiani non lo vuole: “Non ci è stata data una tempistica. Ci auguriamo e chiediamo al Comune che si possa seguire una procedura ‘d’emergenza’ e che il consiglio si convochi in tempi veloci”.

Certo, sottolinea Francesco Damiani così come la Antares Nuoto, l’altra società di Serie C che usufruisce della piscina scoperta, i costi per l’utilizzo della piscina sono sproporzionati per una struttura dove non ci sono neanche le docce, e si devono utilizzare quelle del PalaBianchini, ammesso che funzionino.

“Le A.S.D hanno trovato l’accordo in tempi record sugli spazi acqua e sull’impegno economico che ognuna di loro si caricherà – ha dichiarato il Presidente dell’Antares Bruno Davoli -, ma vanno valutati ulteriormente i costi di gestione dell’impianto. Ognuno dovrà fare la sua parte, le società hanno fatto il loro e toccherà adesso al Gestore e all’Amministrazione rivedere le cifre e fare rispettivamente un passo indietro e uno in avanti per sistemare i conti e dimostrare che si vuole concretamente aiutare il Nuoto e la Pallanuoto e che lo Sport a Latina non è solo Calcio, Basket e Volley. È corsa contro il tempo per avere una deroga straordinaria da parte del Sindaco Damiano Coletta nel dare possibilità alla Nuoto 2000 di continuare anche ad ottobre nella gestione diretta e far proseguire gli allenamenti alle squadre. Su questo aspetto si attende una risposta da Piazza del Popolo, poi si saprà il destino della Open per il 2017/18. Amministrazione e Concessionario non possono più sbagliare per non ripetere l’Annus Orribilis 2017… la palla-nuoto passa nuovamente al Comune”.

L’altro spiraglio è avere dunque una deroga che lasci la piscina scoperta in gestione alla Nuoto 2000, almeno per il mese di ottobre. Cosa che non sta avvenendo. Dunque la piscina open è chiusa, e la Latina Pallanuoto (con una squadra maschile in serie A, una femminile e le giovanili), l’Antares Nuoto Latina (con la squadra in serie C e il settore giovani), oltre all’altra società di Roberto Pellegrini, tornano di nuovo a fare la spola per le piscine della provincia.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img