E’ stato presentato questa mattina alla stampa, presso la sede di Unindustria in via Montesanto 8, Pierpaolo Pontecorvo, nuovo Presidente dell’Area territoriale di Latina.

Una presentazione nel pieno rispetto delle regole anti covid e che ha avuto anche la funzione di manifesto di intenti di quello che ha intenzione di realizzare il nuovo presidente di area.

Unindustria rappresenta la voce degli industriali pontini, che ha il compito di andarsi a rapportare con la politica per lo sviluppo delle imprese stesse e del territorio.

Proprio i temi dello sviluppo al centro della presentazione. Pierpaolo Pontecorvo si è infatti soffermato prima di tutto sulla questione infrastrutture, vero nodo centrale della crescita presente e futuro della provincia di Latina.

“Noi come Unindustria – esordisce Pontecorvo – non abbiamo potere decisionale, ma possiamo pungolare le amministrazioni che sono preposte alla costruzione, per esempio, dell’autostrada Roma-Latina. Sicuramente il tema delle infrastrutture sarà al centro dei nostri sforzi.

Altro tema centrale il supporto a tutte le imprese, andando ad affrontare le criticità legate soprattutto alla pandemia ma anche alla crisi economica che già affliggeva alcuni comparti e che si è aggravata con l’emergenza sanitaria”.

Dai temi generali poi, si passa un po’ più nello specifico: “Bisogna ripartire dal farmaceutico e dal sanitario, settori di eccellenza nel nostro territorio, primi per export a livello italiano. Un sistema che alimenta una filiera molto lunga e un comparto occupazionale importante. Ne abbiamo anche altri, come quelli dell’agroalimentare. Sul territorio abbiamo imprese di eccellenza sia locali che multinazionali”.

Anche il settore edilizio sarà al centro dell’opera del neo presidente: “Altro tema importante quello del superbonus edilizio dl 110%. Se gestito bene come stanno facendo la nostra sezione edile, l’Ance di Latina, può produrre un volano interessante per il territorio”.

Infine qualche parola sull’opera che Unindistria intende fare a livello scolastico: “Noi abbiamo sempre avuto come confindustria attenzione alle scuole, quelle superiori, gli istituti tecnici e l’università. Su Latina abbiamo un sistema universitario interessantissimo. E poi, da Aprilia fino a Castelforte, ci sono tutta una serie di scuole che possono essere supportate. Il rapporto scuola-impresa è importantissimo. Il nostro obiettivo, però, è anche quello di entrare nelle medie. Capita, nel nostro territorio, che aziende cerchino determinate competenze che, però, non riescono a trovare, perché magari gli studenti, inconsapevoli, scelgono altri percorsi di studio. Anche lì abbiamo intenzione di intervenire”.