PianoFormia
La presentazione del festival di musica "PianoFormia"

Cinque siti archeologici, 60 concerti e più di 100 artisti che suoneranno per coniugare l’appartenenza al territorio con la multietnicità dei generi musicali.

E’ l’itinerario sviluppato da “PianoFormia”, il festival in programma dal 17 al 19 maggio che si avvale della collaborazione dell’Accademia “Anna Maria Pennella”.

“Credo fortemente – ha sottolineato l’assessore alla cultura di Formia Carmina Trillino nel corso della presentazione – che una comunità si identifichi non solo attraverso il dialetto e i prodotti tipici locali, ma anche con i luoghi che è solita frequentare. Conoscere la città significa essere più attivi e partecipativi nelle forme di cambiamento. Coinvolgere giovani musicisti non può che essere già un segnale positivo”.

Ad anticipare come si articolerà il cartellone di eventi, il pianista e direttore artistico Marco Ciampi: “Per ‘PianoFormia’ ho preso spunto dal “Piano City” di Berlino, ma ho voluto creare una situazione culturale e turistica che possa attrarre numerosi visitatori appassionati. Il 17 maggio ci sarà al Teatro Remigio Paone un ‘Gran galà di musica’. Dalle 21 si esibiranno sul palco Gianluca Giganti, primo violoncello del Teatro di San Carlo di Napoli, il Duo Olimpo, vincitore del concorso internazionale ‘Argento’ e il soprano Alessandra Krogh. Domenica 19 maggio chiuderemo con un omaggio alla 5° sinfonia di Ludwing Van Beethoven, eseguita da un’orchestra di 54 elementi”.

“Particolarità del Festival – ha continuato Ciampi – le tappe sinfoniche, tre al mattino e tre al pomeriggio, che si svolgeranno alla torre di Castellone, al teatro romano ‘Il Cancello’, al teatro Remigio Paone, alla Villa comunale Umberto I e alla torre di Mola. Ogni concerto durerà 30 minuti, con una pausa di 15 minuti per permettere di raggiungere l’altra location. I vari siti tratteranno temi che vanno dalla ‘meglio gioventù’ e dall’opera, fino al piano recital, al jazz-rock e alla musica da camera. L’ingresso è libero”.

Ma “PianoFormia” vuole valorizzare le bellezze monumentali anche tramite l’arte visiva.

“Il 18 maggio – ha affermato la curatrice di rassegne nazionali e internazionali, Maria Grazia Londrino – verrà inaugurata alla torre di Mola una mostra di Marcella Mencherini, dal titolo ‘Sulle ali della storia’. La pittrice racconterà quali sono stati i voli che hanno contrassegnato l’aeronautica militare italiana”.