domenica 25 Febbraio 2024
spot_img

Anche alla Asl di Latina arrivano le prime sospensioni per il personale ‘no vax’

Sono sei, almeno per il momento, i dipendenti della Asl di Latina che non si sono sottoposti a vaccinazione e sono quindi stati sospesi dal servizio. Un altro, invece, che il vaccino non può riceverlo, è stato ricollocato con altre mansioni ed in telelavoro.

Lo conferma al quotidiano Latina Oggi il direttore generale della Asl, Silvia Cavalli. Il provvedimento è stato preso in applicazione della normativa verso il personale di ospedali, cliniche e ambulatori che non si è sottoposto alla vaccinazione anti Covid-19.

“E’ il risultato delle prime analisi condotte dalla commissione aziendale che si è riunita nei giorni scorsi – dice la Cavalli – Dopo la fase iniziale, quella dell’accertamento sanitario, si è passati alla successiva, vale a dire l’accertamento del datore di lavoro: la sospensione dei primi sei operatori sanitari è stata inevitabile, abbiamo provveduto a comunicarla anche ai rispettivi ordini professionali. Un settimo operatore è stato ricollocato in un’attività sicura perché in presenza di un giustificato motivo sanitario che ne impedisce la vaccinazione”.

Ovviamente siamo solo alle analisi preliminari, tanti altri dipendenti saranno coinvolti nella vicenda. ancora il direttore Cavalli: “Per dare i numeri aspettiamo che siano ufficiali. Ce ne saranno altre, parliamo di decine, sicuramente meno di cento”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img