lunedì 17 Giugno 2024
spot_img

Pericolo Pontone a Gaeta, la Regione non interviene e Mitrano minaccia: occuperemo le strade

di Redzione – Cosmo Mitrano passa alle minacce: “O la Regione dà il via ai lavori di massima urgenza per mettere in sicurezza gli argini del Torrente Pontone o blocchiamo Via Canzatora e Via Appia”. Il primo cittadino gaetano e i residenti delle localita Canzatora, 25 Ponti e Piroli che si sono costituiti nel “Comitato Spontaneo Pontone” ricorrono a misure estreme contro l’inattivismo della Regione Lazio e degli organi competenti nella tutela della sicurezza e dell’incolumità pubblica. Dopo il sopralluogo del 5 dicembre scorso da parte della Regione Lazio, il Sindaco di Gaeta ha potuto registrare solo silenzio. Ma se non saranno compiute le necessarie opere di manutenzione, il rischio concreto è che il Torrente Pontone possa straripare di nuovo come già accaduto con le recenti piogge.

Per questo il prossimo 30 gennaio 2015, dalle ore 9, il Comitato Spontaneo Pontone bloccherà la circolazione stradale in Via Canzatora e in un tratto dell’Appia. Mitrano ha invitato i sindaci di Formia e Itri a unirsi alla manifestazione insieme agli operatori socioeconomici della zona. “Sollecitiamo ancora una volta la Regione ad attivarsi immediatamente per il ripristino naturale del corso d’acqua finalizzato ad evitare un probabile disastro annunciato” chiede ancora una volta Mitrano. Il Comune di Gaeta ha stimato interventi per un importo di circa 500 mila euro per eliminare i possibili pericoli causati dal Pontone, “Divenuto ormai una bomba ambientale e che rappresenta una vera e propria emergenza nelle zone Canzatora e 25 Ponti”, spiega in conclusione Mitrano.

“IL TORRENTE PONTONE È UN’EMERGENZA”, L’ENNESIMO APPELLO DI MITRANO A REGIONE E GOVERNO

GAETA, PONTONE DISASTRO ANNUNCIATO. MITRANO SCRIVE A RENZI: INTERVENTI URGENTI, STANCHI DI ASPETTARE

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img