martedì 26 Ottobre 2021

Perché l’Italia è una delle nazioni europee in cui si gioca più d’azzardo

Il gioco d’azzardo in Europa è piuttosto diffuso, con picchi di quasi il 50% di popolazione che gioca (come nel Regno Unito).

Con il passare del tempo gli stati stanno diventando sempre più consapevoli dei possibili rischi e stanno quindi aumentando le regolamentazioni atte a proteggere i giocatori da problemi patologi. In seguito alla pandemia di Covid inoltre, sono aumentati significativamente anche i casinò online autorizzati e i giocatori che scelgono questa opzione, spesso spinti dall’impossibilità di recarsi in una casa da gioco fisica. In Italia questo è anche incentivato dal fatto che gli edifici adibiti a casinò sono soltanto quattro, tutti nelle regioni del nord. Per questo motivo, la scelta del gioco online è stata fatta anche per questioni puramente geografiche.

I giocatori che hanno scelto di iscriversi ad un portale online hanno potuto constatare che l’offerta è davvero ampia, e che spesso è difficile capire quale sito scegliere. Esistono però dei siti specializzati in recensioni e raccolta dati che possono aiutare il giocatore a trovare il casinò online legale adatto alle proprie esigenze. Con recensioni di esperti e elenchi di pro e contro, è possibile capire dove conviene iscriversi. Inoltre, si possono trovare informazioni sui vantaggiosi bonus e giri gratis alle slot machine su https://www.casinoitaliani.it/giri-gratis. Questo permette agli italiani di giocare in sicurezza e su un portale conveniente, a scelta tra quelli che sono certificati ADM.

L’agenzia delle dogane e dei monopoli offre licenza soltanto ai portali che siano sicuri per il giocatore e che offrano anche strumenti di autoregolazione del bankroll e blocco del gioco per chi è a rischio. Il controllo della ludopatia è uno dei motivi che stanno spingendo il governo a regolamentare il gioco d’azzardo online, accanto al ritorno economico per lo stato.

Già con l’installazione delle slot machine in giro per bar e sale giochi, si può notare come le entrate statali sono state importanti. Infatti, si stima che siano attive 400.000 slot machine sul territorio, per una spesa media di €1,500 pro capite annui. Questo dimostra come l’Italia sia una delle nazioni in cui si gioca di più. In seguito alla prima quarantena della primavera 2020 si è lavorato anche per velocizzare la riapertura di sale slot e sale scommesse, importanti punti di ritrovo e di socialità per gli italiani. Leggi di più su su  https://www.latinaquotidiano.it/.

Si può includere nel gioco d’azzardo anche il Lotto e le scommesse sportive. È risaputo come gli italiani, a causa della forte tradizione di superstizione, siano molto legati alla lotteria, fino ad avere un evento annuale come la Lotteria Italia che nel 2021 ha portato 4,6 milioni di biglietti venduti con una raccolta di 23 milioni di euro. Per quanto riguarda lo sport, il più importante è il calcio che appassiona il 64% della popolazione italiana over 18. La tradizione e l’abitudine giocano un importante ruolo nella diffusione del gioco d’azzardo. Con la giusta regolamentazione e la giusta consapevolezza, questo può essere un ottimo strumento per portare svago nella vita degli italiani e per sostenere anche le spese statali.

CORRELATI

spot_img
spot_img