venerdì 2 Dicembre 2022

Per FdI, Lega, Latina nel cuore e gruppo misto la città è ostaggio di Forza Italia

Dopo la votazione della conferenza dei capigruppo consiliari, espressa ieri a favore della proposta avanzata dal consigliere Enzo De Amicis (PD), oggi la coalizione di Coletta ha votato a favore della richiesta di Forza Italia per un ulteriore rinvio al 3 gennaio per la formazione delle commissioni.

“Ormai il centrosinistra è completamente ostaggio di Forza Italia, mettendo sotto scacco un’intera città”, sostengono i gruppi consiliari di Fratelli d’Italia, Lega, Latina nel cuore e il misto.

La proposta di De Amicis, che prevedeva l’attribuzione di cinque presidenze al centrodestra e cinque all’attuale maggioranza del sindaco, è stata votata da Fratelli d’Italia, Lega, Latina nel Cuore e Gruppo Misto ed è passata grazie all’astensione di Francesco Pannone e di Gianluca Bono, entrambi della coalizione del sindaco. Poi, invece di procedere alla composizione delle commissioni, Pd e Lbc hanno chiesto un aggiornamento ad oggi.

L’attuale maggioranza del sindaco ha optato per la richiesta del capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Coluzzi, di rinviare il discorso al nuovo anno perché “il lavoro di oggi sarebbe stato inutile a fronte di indicibili movimenti in itinere”.

In realtà significa che ci sarà un ulteriore rinvio su tutte le problematiche giacenti in amministrazione, senza tener conto che già da domani si discuteranno in Consiglio proposte di deliberazioni senza preventiva valutazione in sede di commissione”,  spiegano in una nota congiunta Matilde Celentano (FdI), Massimiliano Carnevale (Lega), Dino Iavarone (Latina nel cuore) e Alessio Pagliari del gruppo misto.

“Siamo chiamati a votare debiti fuori bilancio per centinaia di migliaia di euro, senza che siano passati al vaglio delle commissioni competenti. A dimostrazione che l’esito delle elezioni di ottobre non ha di fatto prodotto nulla di buono, perché abbiamo un sindaco che naviga a vista, che è ostaggio delle paturnie del consigliere di turno o peggio ancora degli appetiti del partito di turno“.

 

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img