Si aprono con una specifica le linee guida messe a punto dall’Inail e dall’Istituto superiore della sanità, per la riapertura, prevista il 18 maggio, di parrucchieri e centri estetici.

“Non sono regole vincolanti, sarà il governo – ha spiegato il presidente Bettoni – con le parti sociali a operare la sintesi tra i vari interessi in gioco”

Un documento tecnico, quindi, approvato nella seduta di ieri dal Comitato tecnico scientifico per l’emergenza Covid-19 che contiene l’analisi del rischio contagio per il settore della cura alla persona e fornisce indicazioni sulle misure da adottare per il contenimento della diffusione del virus.

Per garantire l’accessibilità ai servizi dopo un lungo periodo di chiusura e in
considerazione delle misure da adottare, che ridurranno il numero
di trattamenti in contemporanea, si considera opportuno prevedere la possibilità di permettere deroghe ai giorni di chiusura e consentire l’estensione degli orari di apertura dei locali.
Vietati sauna, bagno turco e vasca idromassaggio. Tutti gli ambienti dovranno essere sanificati ogni giorno.
Nel documento, di 18 pagine, si prevede una netta razionalizzazione degli spazi per permettere il rispetto del distanziamento che potrà essere favorita dalla realizzazione di aree di attesa anche all’esterno dei locali, consentendo ove possibile l’occupazione del suolo pubblico in deroga.
Obbligatorio l’utilizzo di mascherine da parte del cliente a partire dall’ingresso nel locale, a eccezione del tempo necessario per effettuare i trattamenti che non lo rendano possibile.
Preferibile, inoltre, fare ricorso a grembiuli e asciugamani monouso. Se riutilizzabili, devono essere lavati ad almeno 60 gradi per 30 minuti. In tutti i casi possibili, le procedure devono essere svolte rimanendo alle spalle del cliente.
Durante i trattamenti estetici i pannelli delle cabine devono essere chiusi. Tutte le apparecchiature devono essere disinfettate con detergenti idroalcolici o a base di cloro. Per la cura della barba e del viso sono consigliate oltre alle mascherine chirurgiche anche le visiere o schermi facciali.
Per leggere il documento completo clicca qui: parrucchieri Inail