domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Ordigni bellici durante gli scavi. Fermati i lavori al ponte lungo via Ninfina

I lavori di demolizione e ricostruzione del ponte sul canale della Speranza, lungo la strada provinciale Ninfina II tra Borgo Santa Maria e Prato Cesarino, hanno subito un brusco stop. Questa infrastruttura, situata al confine tra i comuni di Latina e Cisterna, era stata chiusa tre anni fa dopo che erano state rilevate gravi lesioni sulla struttura portante, rendendo il transito veicolare pericoloso.

Un Progetto da un Milione di Euro

I lavori, avviati nei mesi scorsi, prevedevano la demolizione del vecchio ponte, risalente all’epoca della Bonifica dell’Agro Pontino, per far spazio a una nuova struttura. La Provincia di Latina, ente responsabile della strada, aveva stanziato circa un milione di euro per questo progetto, essendo il ponte in uno stato di conservazione talmente pessimo da non permettere interventi di semplice riparazione.

La Scoperta di Ordigni Bellici

Durante le operazioni di scavo, però, sono stati trovati ordigni bellici inesplosi della Seconda Guerra Mondiale. Questa scoperta ha causato l’interruzione dei lavori, dato che la zona costituiva un’area di fronte durante il conflitto. La Provincia di Latina ha così dovuto approvare un ulteriore stanziamento di circa 17.000 euro per i lavori di scavo e bonifica, necessari per permettere all’Esercito di verificare la sicurezza dell’area prima di procedere con la demolizione e ricostruzione del ponte. Un episodio analogo si era verificato recentemente anche per il ponte di via Moscarello.

foto di repertorio

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img