Verranno celebrati oggi pomeriggio al Trullo, a Roma, i funerali di Ruggero D’Amato, l’uomo di 54 anni residente ad Aprilia, ucciso sabato scorso in una villetta di Sant’Ilario, vicino Cisterna, da un operaio di 37 anni a cui aveva affittato una villetta di sua proprietà.  Ma sul delitto continuano le indagini; gli inquirenti stanno accertando quali affari vittima ed assassino gestissero su Roma. Affari che sarebbero il vero movente dell’efferato delitto confessato da Emiliano Bollini che, anche durante l’interrogatorio di garanzia al magistrato, ha affermato di avere ucciso perché stanco delle continue richieste di denaro. Intanto l’autopsia del medico legale, Filippo  Milano, ha confermato l’efferatezza del delitto. Sono stati numerosi i fendenti di accetta che Bollini ha sferrato nei confronti del suo padrone di casa che non ha avuto alcuna possibilità di difendersi. Difficile risalire al numero dei colpi che hanno letteralmente sfigurato la vittima.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 4 =