sabato 24 Febbraio 2024
spot_img

Nuovo orario treni, annullata la manifestazione in Regione. Attesa per il confronto con Trenitalia

È stata sospesa la manifestazione indetta per domani 27 dicembre sotto l’assessorato ai Trasporti della Regione Lazio. Lo ha deciso il comitato dei pendolari di Minturno-Scauri che avevano indetto il sit-in in occasione dell’incontro in programma proprio per il pomeriggio tra i comitati di viaggiatori della linea Minturno-Roma, Trenitalia, RFI e Regione Lazio.

I pendolari si aspettano che l’incontro serva a risolvere le tante criticità riscontrate con il nuovo orario. In particolare chedono che siano ripristinate partenze dalle stazioni di maggiore affluenza come Minturno e Priverno, chiedono che siano eliminate le rotture di carico e venga promosso un nuovo orario di treni serali in partenza da Roma verso Napoli, con aggiustamenti anche nei giorni festivi. La scelta di annullare la manifestazione è volta a dimostrare la buona volontà dei pendolari di affrontare il problema in modo democratico e costruittivo. Il confronto però deve necessariamente coinvolgere anche la Regione Campania, e tutti i comitati di pendolari della Linea Roma-Napoli danneggiati dall’orario dei treni entrato in vigore l’11 dicembre.

“Il comitato ribadisce la propria preoccupazione per le criticità emerse in modo evidente circa le condizioni di viaggio dei pendolari e in generale della popolazione dei territori interessati dalle modifiche introdotte; conferma il proprio impegno nel tentativo di ridurre tali criticità, che riguardano la qualità del lavoro, della vita e la sicurezza dei viaggiatori e a questo scopo si impegna a collaborare con l’Assessorato regionale per modificare con ulteriori interventi l’orario attualmente in vigore; ribadisce, tuttavia, le forti perplessità su tale orario già espresse e avvalorate dall’esperienza delle ultime settimane e sottolinea come l’obiettivo da perseguire resti quello di ripristinare nel minor tempo possibile l’assetto in vigore prima dell’11 dicembre 2016”, questa la posizione espressa dal Comitato Pendolari Minturno, unitamente all’associazione Terranima e a Confconsumatori Latina in una nota diffusa alla vigilia dell’incontro in Regione Lazio.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img