lunedì 20 Maggio 2024
spot_img

Nominato il nuovo Cda di Acqualatina, Fratelli d’Italia prende la guida

Il nuovo Consiglio di amministrazione di Acqualatina Spa è stato scelto dai soci e l’asse politico, sembra proprio essersi spostato. I tre consiglieri di parte pubblica sono: Giacinto Giancaspro, Cinzia Marzoli dimissionaria dalla Capo d’Anzio da pochissimi giorni e Toni De Simone. Tutti riconducibili all’area Fratelli d’Italia e Lega, che così possono vantare per la prima volta dalla costituzione il controllo della di Acqualatina, fino a oggi nelle solide mani di Forza Italia. Basti ricordare che il primo presidente della società idrica pontina, che riguarda anche i comuni di Anzio e Nettuno, è stato Claudio Fazzone. Fondamentale il voto dei tre Comuni più grandi, Latina, Aprilia e Terracina a cui si sono aggiunti i sindaci di Prossedi, Roccamassima, Sezze, Sermoneta, Giuliano di Roma, Roccagorga, Sperlonga, Vallecorsa, Amaseno e Villa Santo Stefano.
Gli altri sindaci hanno sostenuto la proposta di Forza Italia e Partito democratico che non ha avuto i numeri per imporsi. Determinante il ruolo del sindaco di Aprilia Lanfranco Principi che, dando un taglio etto alle passate politiche cittadine di aperta contestazione con i gestore privato, si è schierato con Latina e Terracina. A completare il cda, i due componenti di parte privata: Stefano Mereu e Marco Lombardi. Mentre il collegio sindacale avrà al proprio interno Alessandro Cerilli e Tiziana Nale con Annamaria Spada supplente.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img