lunedì 30 Gennaio 2023

No al ddl Zan, la manifestazione di #RESTIAMOLIBERI in piazza della Libertà a Latina

Una legge liberticida ed anticostituzionale. In questo modo viene bollato il ddl Zan sull’omotransfobia dall’associazione #RESTIAMOLIBERI.

Una manifestazione contro il ddl si è svolta a Latina, in piazza della Libertà.

Decine di manifestanti, distanziati e con le mascherine come prescrivono le indicazioni anti covid, per dire no, come si legge nella nota diffusa dall’associzione, “all’istituzione di un nuovo reato, quello di omotransfobia, che non viene definito dal legislatore, lasciando così enormi spazi a interpretazioni e derive liberticide che colpiranno tutti coloro che si esprimeranno pubblicamente in modo non allineato al politicamente corretto”.

Il punto focale della questione sarebbe che “creare una categoria protetta, sulla base dell’orientamento sessuale, è contrario al principio di uguaglianza dei cittadini”.

Per cercare di rendere più agevole la comprensione della problematica, nel comunicato si pongono delle domande. Dopo l’eventuale approvazione del testo, “Sarà ancora possibile per un sacerdote insegnare la visione cristiana del matrimonio? Sarà possibile dire pubblicamente che la pratica dell’utero in affitto è un abominio o dirsi contrari alla legge sulle unioni civili?”

“Per tutte queste domande – conclude la nota – il ddl sull’omofobia ha una sola risposta, NO”.

Gli organizzatori della manifestazione di Latina i tengono a ringraziare il dottor Loreto Giovanni Capuano, dirigente provinciale di Fratelli d’Italia e portavoce di Provita e Famiglia, oltre ai consiglieri comunali di Fratelli d’Italia Matilde Celentano e Giorgio Ialongo, e al senatore Nicola Calandrini.

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img