martedì 24 Maggio 2022

Volevano disboscare senza permesso. I carabinieri sequestrano un terreno di 90000 metri quadri

I carabinieri del NIPAAF (Nucleo Investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale) di Latina hanno dato esecuzione, oggi, ad un decreto di sequestro urgente emesso dal Sost. Proc. Giuseppe Miliano della Procura della Repubblica di Latina, riguardante un terreno di circa  mq. 90.000,00, di proprietà di una società con sede a Verona.

“Le indagini condotte dal Nucleo Investigativo – fanno sapere dal comando provinciale – hanno accertato che si stavano eseguendo lavori preliminari riguardanti l’eradicazione di un’area boscata che si era costituita in modo naturale nel corso del tempo, di cui facevano parte essenze vegetali tipiche della macchia mediterranea come: “Fillirea, Erica e Mirto”. 

La società in questione, che si occupa della realizzazione di impianto fotovoltaici, non era in possesso delle necessarie autorizzazioni, necessarie per sostituire il bosco e trasformare l’area.

L’area in questione si trova a Borgo Santa Maria, nei pressi di Strada del Crocefisso.

CORRELATI

spot_img
spot_img