mercoledì 17 Agosto 2022

Niente più ZTL per la zona dei pub a Latina

Da venerdì scorso il Comune di Latina ha deciso di eliminare la zona ZTL della via dei pub a ridosso tra piazza Roma e via Neghelli. Tutto, però in modo assolutamente silenzioso, senza dire niente e senza una nota stampa forse per fare tacere i tanti residenti, riuniti in un apposito comitato, che nel giro dell’ultimo anno hanno deciso di dichiarare guerra alla zona pedonale più amata dai giovani di Latina. Saltata, evidentemente, l’ipotesi di una piazza del Popolo e di una parte di corso della Repubblica da pedonalizzare (come ampiamente pubblicizzato dal sindaco Di Giorgi nel corso della sua campagna elettorale) quella della zona dei pub restava, per i tanti giovani di Latina, l’unico spazio di libera passeggiata. Vero è che, complice la presenza di tanti pub, nel corso di questi anni la zona dei pub era balzata all’onore delle cronache locali per le numerose risse tra bande e soprattutto tra giovani poco attenti all’assunzione di alcool, ma niente di così serio. Come prevedibile arrivano le prime reazioni alla decisione di revocare la ZTl da due giovani consiglieri comunali del PD, Alessandro Cozzolino ed Omar Sarubbo che affermano che eliminare la zona pedonale significa cancellare una delle poche cose sensate fatte da questa amministrazione per i giovani della città. “È evidente che – affermando ancora i due rappresentanti politici del Partito Democratico – nella gestione di quella iniziativa ci sono state diverse problematiche, sollevate anche da noi, ma questo non è il modo di risolverle. Abbiamo richiesto più volte un presidio di forze dell’ordine all’ingresso della ZTL che fosse pronto ad intervenire in caso di esigenza. Più volte – spiegano ancora Cozzolino e Sarubbo –  ci sono stati atti di violenza e la Zona a Traffico Limitato si è trasformata in Zona Franca, dove le regole sono sospese e i commercianti e i residenti del centro sono abbandonati a loro stessi. La scelta di riaprire il traffico alle automobili nel fine settimana – continuano i consiglieri del PD – presa in maniera arbitraria dalla giunta senza discuterne in nessuna commissione, non ci vede d’accordo. È una decisione che evidenzia in modo lampante l’incapacità di questa maggioranza di andare incontro alle esigenze dei commercianti e anche dei ragazzi, senza peraltro risolvere i problemi dei residenti che già prima della ZTL si lamentavano della difficoltà di vivere in quell’area della città”. Secondo i due consiglieri di minoranza il problema non sta nella chiusura del traffico, ma nella mancanza di controllo e di idee per risolvere le problematiche di residenti, commercianti e fruitori dell’area. “La verità – aggiungono ancora i rappresentanti del PD – è che questa maggioranza è schizofrenica, che fa annunci e che a questi non fa seguire i fatti. Dov’è finita la videoservaglianza? I turni notturni della municipale sono durati solo alcuni mesi e poi revocati – spiegano ancora Cozzolino e Sarubbo – e poi c’è da aggiungere la totale assenza di coinvolgimento dei gestori dei locali e mancanza di politiche di incentivazione per l’organizzazione di sistemi di sicurezza e gestione dell’area. Il comune – concludono Cozzolino e Sarubbo – avrebbe dovuto incentivare forme e luoghi per l’aggregazione giovanile ed invece ha preferito abdicare lavandosene le mani”.

CORRELATI

spot_img
spot_img