mercoledì 24 Luglio 2024
spot_img

Nel Lazio 105mila lavoratori perderanno il posto entro 6 mesi: tragica previsione della Cgil

di Redazione – Suona come una tragica premonizione l’allarme lanciato dalla Cgil che prevede entro sei mesi più di centomila disoccupati in più solo nella Regione Lazio. “Sono prevedibili entro giugno 2015 almeno 105mila lavoratori in procinto di perdere il lavoro” rispetto allo stesso mese del 2014, spiega il sindacato, che parla di “esodati, dismissioni e chiusure, oltre alla restrizione dell’occupazione legata ai servizi pubblici e al precariato della pubblica amministrazione”.

Il problema del lavoro, nel Lazio ma in tutta Italia, non è solo la mancanza di occupazione, ma anche e soprattutto la mancanza di diritti. Sono sempre di più, per esempio, le donne che accettano lavori mal retribuiti e senza alcuna tutela.

“Queste nostre stime – chiarisce il segretario generale Claudio Di Berardino confermano ancora una volta come ci sia bisogno di intervenire sulla creazione del lavoro, non un lavoro qualunque ma con diritti, di qualità. Il tema non è solo far ripartire l’occupazione ma garantire che ci sia un’occupazione stabile. Per questo il nostro impegno nei confronti della Regione è mirato all’attuazione del patto, già sottoscritto, per lo sviluppo e l’occupazione utilizzando il prima possibile i fondi europei”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img