Tanti solleciti, alcune ordinanze emesse in campo in modo autonomo da Comuni come Terracina, Cisterna, Sermoneta ed infine la decisione della regione Lazio.

Ieri è stata annunciata la firma di un’ordinanza, pubblicata sul bollettino ufficiale questa mattina, con cui si dispone la chiusura dei negozi nei giorni di Pasqua e Pasquetta 2020.

Il provvedimento, frutto anche del contributo dei sindaci in una riunione con l’Anci Lazio, prevede la chiusura degli esercizi commerciali, di qualsiasi dimensione, per la vendita di generi alimentari, compresi quelli all’interno dei centri commerciali, domenica 12 e lunedì 13 aprile.

Resteranno aperti farmacie, parafarmacie, edicoletabaccai e aree di servizio.

Prevista la possibilità di vendere al dettaglio articoli di cartoleria e forniture per ufficio, purché ciò avvenga all’interno di attività di vendita di generi alimentari (come, a titolo di esempio, nei supermercati), di altri esercizi commerciali non soggetti a chiusura (ad esempio nelle tabaccherie).

Anche attività tenute a rimanere chiuse (come le librerie o le cartolerie ecc.) potranno vendere questo tipo di articoli purché via internet, televisione, corrispondenza, radio o telefono.