martedì 16 Aprile 2024
spot_img

Negligenza nel trattamento di un sospetto aneurisma? La causa contro la Asl di Latina

Può dire di essere viva per miracolo una donna 58enne di Terracina; ha dovuto affrontare un percorso sanitario controverso che le è quasi costato la vita. Nel febbraio 2022, su indicazione dal proprio medico curante a causa di una storia di ipertensione e sintomi allarmanti, si rivolge al pronto soccorso dell’ospedale Fiorini per un attacco improvviso di un mal di testa insopportabile, sintomo potenziale di un aneurisma cerebrale in procinto di rompersi.

Un Accoglienza Inadeguata al Pronto Soccorso

Nonostante la gravità dei sintomi descritti – un mal di testa esacerbato, vomito, perdita di equilibrio, e altri segnali preoccupanti – la donna viene dimessa dopo solo due ore senza una diagnosi approfondita o interventi specifici. L’avvocato Renato Mattarelli, rappresentante legale della paziente e che ha reso pubblica questa storia, sottolinea la mancanza di precauzione e prevenzione da parte dei sanitari del DEA di Terracina, evidenziando una carenza nell’applicazione delle linee guida dedicate alla gestione dell’urgenza-emergenza.

Un Risveglio Traumatico e la Lotta per la Vita

Solo poche ore dopo la dimissione, la situazione si aggrava drammaticamente: la donna sperimenta un dolore acuto, sintomo di un’emorragia cerebrale in corso. Un secondo accesso al pronto soccorso rivela finalmente la necessità di una Tac, precedentemente omessa. Trasferita d’urgenza all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, subisce un intervento chirurgico salvavita che, pur riuscito, le lascia danni permanenti significativi.

Le Conseguenze a Lungo Termine

Oltre alla salvezza, la paziente si trova ora a convivere con una serie di conseguenze fisiche e psicologiche devastanti, tra cui paralisi parziale, perdita della vista, deformazione facciale, mal di testa continui e una profonda depressione. L’atto di citazione contro l’ASL di Latina punta a far luce sulla negligenza medica subita e sulle misure preventive mancate che hanno portato a questa tragedia personale.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img