Non ce l’ha fatta Marco Ariu. L’uomo è morto a 50 giorni di distanza dal terribile schianto che lo ha visto purtroppo protagonista.

Lo scorso 26 luglio, infatti, Marco, 41 anni e residente a Roma, era andato ad Aprilia per passare una domenica con i parenti. Finita la giornata, era risalito in sella alla sua moto per tornare a casa percorrendo via Apriliana. Proprio qui ha perso il controllo del mezzo. Le causa sono ancora da capire ma, stando ai rilievi della polizia municipale d Aprilia, non ci sarebbero altri mezzi coinvolti.

A causare l’urto probabilmente una distrazione, o una manovra sbagliata.

Dopo l’incidente era stato subito ricoverato presso la clinica Città di Aprilia, dove i medici lo avevano sottoposto ad un primo intervento urgente. Una volta stabilizzato, il trasporto, in elicottero, a Roma.

La procura di Latina ha disposto l’esame autoptico per accertare che la causa della morte di Marco sia riconducibile all’incidente.

Una volta effettuato l’esame da parte del medico legale, la famiglia potrà far celebrare la cerimonia funebre

La Procura del capoluogo pontino ieri ha disposto un esame autoptico per permettere al medico legale di accertare se le cause del decesso siano direttamente collegate con quell’incidente stradale del 26 luglio.