domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Morte di Satnam Singh, Lovato incastrato dalle testimonianze di chi ha assistito ai fatti

Non ci sono dubbi su quello che è avvenuto dopo che Satnam Singh ha perso un braccio dell’azienda di Antonello Lovato a Latina. Nessun soccorso e la volontà di sbarazzarsi dell’uomo, ancora vivo.

La ricostruzione del drammatico incidente sul lavoro costato la vita al bracciante indiano e di quello che è successo subito dopo, fornisce un quadro chiaro agli inquirenti, che inchiodano alle proprie responsabilità l’imprenditore agricolo. Tutte le testimonianza sono univoche.

Dall’inchiesta emerge chiaramente che il datore di lavoro non intendesse assolutamente soccorrere la vittima dell’infortunio nei campi, una volontà ha provocato la morte dell’operaio di 31 anni impiegato senza contratto.

Un amico del bracciante indiano, ancora sconvolto per il comportamento dell’imprenditore agricolo italiano, mentre Satnam era ancora vivo e poteva essere salvato, stava cercando di trovare un posto dove “scaricarlo”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img