martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Morte di Desirée, spunta un testimone: “Drogata e violentata”

La morte di Desirée è sempre più un giallo. La 16enne di Cisterna trovata senza vita in uno stabile del quartiere San Lorenzo a Roma sarebbe stata drogata e violentata. In un primo momento si era parlato di sospetta overdose. Ma lo scenario che sta emergendo è diverso.

Un senegalese ha riferito alla Polizia e successivamente alle telecamere di Storie Italiane di Rai 1, di essere arrivato nell’appartamento dove era morta Desirée la notte tra giovedì e venerdì. Dice di aver trovato la ragazza che sembrava già morta e un’altra ragazza che “Urlava che l’hanno violentata, lei è stata drogata”. Secondo questo racconto la ragazza sarebbe stata drogata così come l’amica che era con lei e lì sarebbero maturate violenze sessuali.

Alla domanda del giornalista, da quante persone sarebbe stata violentata, lui risponde “Tre o quattro persone”.

Dentro l’edificio, sempre secondo il racconto, c’erano sei-sette persone in tutto

La testimonianza è tutta da verificare, quel che è certo è che nel luogo dove Desirée è morta circolava la droga.

Il sospetto è che possa essere stata attirata in una trappola, e che possa aver assunto un tipo particolare di droga che l’avrebbe stordita.

L’autopsia chiarirà le cause della morte e appurerà il racconto del testimone.

Desirée, come descritta dai familiari, era una ragazza ingenua, e per loro è ancora più difficile comprendere come possa essere finita in quel posto a San Lorenzo. Alla famiglia aveva detto che dormiva a casa di un’amica.

Le indagini dovranno fare chiarezza anche su questo contesto.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img