sabato 26 Novembre 2022

A Monte San Biagio una giornata dedicata alla microchippatura canina gratuita

La tutela e sicurezza degli animali di affezione è parte integrante della tutela e sicurezza dei cittadini. Su questo presupposto il comune di Monte San Biagio e l’associazione ALFA OdV, hanno organizzato per il 9 ottobre 2022, una giornata dedicata agli amici a quattro zampe e ai loro proprietari in cui sarà possibile impiantare microchip gratuiti per i cani della Asl Latina.

Una procedura, quella dell’impianto del microchip, fondamentale per contrastare il fenomeno del randagismo e dell’abbandono degli animali, ma anche per garantire la loro tutela e sicurezza in caso di smarrimento, nonché quella dei padroni che non abbiano ancora ottemperato a quello che è un obbligo definito dalla legge.

“La prevenzione del randagismo è un passo fondamentale – spiega l’assessore all’ambiente del Comune di Monte San Biagio, Carmine Masiello -per tutelare il benessere degli animali, il territorio e, in una visione più generale, la salute pubblica. In quest’ottica, l’evento di microchippatura del 9 ottobre con l’associazione ALFA OdV si inserisce in un progetto strutturato e programmatico per migliorare tutti questi espetti. L’obiettivo è anche andare incontro alle esigenze di persone e famiglie a basso reddito, che potrebbero avere difficoltà a sostenere le spese per l’inserimento del microchip”.

All’evento saranno presenti medici veterinari che, con il supporto dei volontari dell’associazione, si occuperanno di inoculare i microchip ai cani padronali (meticci) e di iscriverli contestualmente all’anagrafe canina della Regione Lazio.

Il microchip è un obbligo di legge ed è strumento fondamentale per ricongiungere cane e proprietario in caso di smarrimento. “Si tratta di una capsula biocompatibile, piccola come un chicco di riso – spiega Laura Clementoni di ALFA Odv – che viene inoculata dal veterinario al cane nella zona del collo, attraverso l’utilizzo di apposite siringhe sterili monouso”. Al suo interno c’è un chip decodificabile solo da veterinari abilitati, attraverso il quale si può accedere alla carta d’identità del cane, costituita da un codice univoco di 15 cifre, che permette di identificare il nome e la residenza del proprietario, grazie alla registrazione all’Anagrafe canina. “Con questo evento – continua l’assessore Masiello – interverremo in modo incisivo per contrastare il numero degli abbandoni fornendo, per la prima volta nel territorio del Comune di Monte San Biagio, un servizio gratuito per i cittadini che garantisca il ritorno a casa di cani smarriti e che aumenti il senso di responsabilità nei confronti dei cani di casa, scongiurandone l’abbandono in futuro”. Il progetto si articola inoltre con attività per incentivare le adozioni dai canili locali e per incrementare le sterilizzazioni di tutti gli animali padronali, siano essi cani o gatti.

“L’obiettivo finale è di garantire un controllo del fenomeno del randagismo sul territorio, promuovendo il benessere degli animali e ottimizzando le spese comunali. La prevenzione e le adozioni consentiranno al Comune di Monte San Biagio di poter riallocare – conclude l’assessore Masiello – risorse importanti che ad oggi sono destinate al mantenimento dei cani reclusi in canile che, senza adozione, continuano a gravare di anno in anno sempre di più sui bilanci pubblici e, di conseguenza, sulle tasche dei contribuenti.”

La giornata della microchippatura gratuita si svolgerà domenica 9 ottobre a Monte San Biagio, in via Limatella 20, dalle 11:00 alle 16:00. La partecipazione all’evento è su prenotazione (info: Maria Pia 329/8461897 – mariapia@associazione-alfa.org) ed è necessario che i cani siano meticci e accompagnati da persone che abbiano compiuto i 18 anni, muniti di una copia del documento d’identità in corso di validità e copia della tessera sanitaria.

CORRELATI

spot_img
spot_img